Fw

Wordpress Creative Developer

Come Non Farsi Fregare da (presunti) Web Designer – Parte Prima

  • Vita Da Freelance
  • -

Terzo appuntamento con la rubrica vita da freelance, dove esprimo le mie idee e le mie esperienze su tutto quello che riguarda il mondo del web design e dei freelance.

Non Farsi Fregare Dai (presunti) Web Designer

Onestamente ne ho viste troppe. Siti pagati uno sproposito di qualità bassissima, gente che pensa di essere web designer quando sa mettere in piedi una tabella e metterci un due foto. BASTA!

La “guida” di oggi e che proseguirà nelle prossime settimane è rivolta a chi è convinto di essere web designer, ma è meglio che appenda il mouse al chiodo e a quelle persone che ne sanno poco di questo mondo, che si sono fatte fregare o vogliono evitare fregature dal presunto web designer di turno.

Oggi vediamo un primo parametro a cui stare particolarmente attenti, i titoli nelle pagine, il primo elemento che Google guarda per indicizzare un sito, ma che purtroppo troppe volte viene trascurata.

I titoli nelle pagine

Hai il sito web già da tempo on line, la tua ditta si chiama Bagigiomio, e però se provi a cercare “Bagigiomio” su Google la tua azienda non viene fuori o viene fuori in centesima pagina.

Hai mai provato a guardare nella finestra del tuo browser, in alto a sinistra cosa c’è scritto? Documento senza titolo? oppure Untitled? Chiama subito chi ti ha fatto il sito, fallo venire e tiragli un calcio nel sedere!!!

Documento Senza Titolo

Ma non basta mettere il nome della tua azienda; questo dovrà essere diverso per ogni pagina, altrimenti Google si arrabbia!

Ora mettiamo che sei l’unico produttore di bagigi nel paese di Buccia di 100 abitanti. Scommetto che se cerchi bagigi Buccia non vieni fuori. Come mai? A quel disgraziato di web designer digli di mettere Produzione Bagigi a Buccia – Bagigiomio e vedrai quanti bagigi che ti toccherà produrre 😉

Titolo Efficace

Quindi come vedi bastano piccoli accorgimenti già per fare un buon salto di qualità, ma se ti sei affidato a un “fannullone”, che non è un professionista e non sa queste cose allora fagli leggere questo articolo.

La guida proseguirà la prossima settimana con altri aspetti da analizzare per capire se siamo stati fregati o meno 😉

8 Commenti

  1. Oddio!! Ho appena letto il tuo articolo sul mio aggregatore di feed e sto rotolando.. non fraintendermi, non dal ridere perchè ti trovo buffo, ma dalla soddisfazione di sentir dire da te quello che viene ribadito sempre, in ogni occasione, quando si tratta l’argomento web-design e che, nonostante tutto, viene sempre tralasciato!! Vedere una pagina senza titolo è qualche cosa di demoralizzante, ma succede proprio perchè sembra che il web-designer sia una figura mistica che chiunque può diventare (anche solo per un mese). Poche basi, poca esperienza e poche conoscenze portano a produrre materiale di qualità infima, anche in dettagli banali come il titolo di una pagina web.
    Ho comunque timore che, in verità, solo gli “addetti ai lavori” facciano caso ai titoli delle pagine: la maggior parte dell’utenza si affida al motore di ricerca e quando trova qualcosa clicca il link e basta… se poi la pagina non ha titolo, quindi (magari) non viene nemmeno indicizzata, poco importa. C’è disinformazione tra chi crea pagine, ma anche tra chi ne richiede la realizzazione.

    • Ciao Agnese, ti ringrazio per il commento 😉

      Infatti è proprio perchè la gente è disinformata che ho iniziato questa “guida” per il cliente poco informato, così saprà se avrà affidato il lavoro a una persona competente o meno.

  2. E’ il rischio di chi si affida a designer “improvvisati”, che magari fanno altri lavori e lavorano come web designer “per hobby”. Da una parte godo quando vedo certe cose come l’esempio da te proposto in quanto penso:

    “così impara a non investire neanche 1€ sul sito web”

    xD

    C’è da dire che in Italia spendere soldi per un sito web curato e come si deve si storce ancora il naso.

    • Riccardo hai ragione quando dici che in Italia non si vuole investire su un sito web, ma l’articolo che ho scritto è nato proprio dal fatto che in più di un’occasione ho visto siti orribili pagati molto di più di quello che avrei chiesto io per un lavoro di qualità decisamente superiore.

  3. Bravo fede!! Ottima idea quella di aprire questa guida!
    Con queste genialate mi rendi sempre più fedele al tuo blog!!

  4. […] Come Non Farsi Fregare da (presunti) Web Designer – Parte Prima […]

  5. Ne ho visti tanti di presunti web designer, ma che addirittura si dimentichino di mettere il titolo non ne ho ancora trovati ahaha

    • Ce ne sono weboso, ce ne sono. Magari non che si dimentichino di mettere il title, ma che non lo mettano nel modo corretto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *