Fw

Wordpress Creative Developer

I siti di Giorgia e Antonello Venditti Mi Preoccupano

  • Analisi Siti
  • -

Appuntamento che ritorna con la rubrica Siti ai Raggi X, e torna in versione un po’ diversa dal solito, dove voglio analizzare brevemente i siti di due cantanti piuttosto famosi in Italia, Giorgia e Antonello Venditti.

Li voglio analizzare perchè sinceramente mi hanno preoccupato, visto che quello di cui ho parlato recentemente nella mini guida su come non fregarsi da presunti web designer coinvolge putroppo anche questi due personaggi famosi.

Perché mi preoccupa il sito di Giorgia

Sito Ufficiale di Giorgia

Il sito si basa sul template 2wo acquistabile su Themeforest a 35$, e che è stato venduto 1016 volte ad oggi. Ripeto stiamo parlando del sito di Giorgia, non della mia vicina di casa, della CANTANTE!

E prova a pensare ora che potenzialmente ci sono altri 1015 siti uguali al suo, almeno nella struttura. Scandaloso! Mi sembra il minimo che il sito di un personaggio famoso debba essere originale, creato da zero.

Ora se Giorgia ha speso per il sito 300 € e non le frega più di tanto ci sta, ma quanti la pensano così?

Perché mi preoccupa il sito di Antonello Venditti

Sito ufficiale di Antonello Venditti

A parte la grafica, che ritengo abbastanza bruttina (almeno quello di Giorgia non è male), la cosa che mi ha fatto saltare sulla sedia è che il sito, udite udite, è fatto con le tabelle!!!! ripeto è fatto con le tabelle!!!!

Ti ho raccontanto non poco tempo fa perchè le tabelle non si usano, e non ho voglia di ripetermi.

Onestamente sono ancora più incazzato (passatemi il termine) di prima e ancora una volta sento ferita la mia figura di web designer.

Ora passo la parola a te

 

33 Commenti

  1. Con le tabelle…? Nel 2011!? Hanno abolito i css?

  2. Tanti anni fa pensavo che in breve tempo i template e i generatori vari sarebbero stati talmente buoni e numerosi da eliminare quasi completamente i siti ad hoc e di conseguenza i webdesigners.
    Il sito di venditti sembra una parodia, tabelle a parte, e forse lo è e tra 2 mesi verrà tolta la scritta “sito ufficiale”.
    Il sito di giorgia è fatto da un template, forse il cliente non ha voluto pagare o forse l’azienda li ha fregati (anche se a vedere il loro sito sembra che lavorino piuttosto bene).
    Penso che siano mosche bianche, la maggior parte dei siti di quel livello sono fatti piuttosto bene, quindi per ora starei tranquillo.

  3. Giusto per ricordare, anche il sito di bing è fatto con una tabella e non credo ci fosse un’altra soluzione altrettanto compatibile, e nessuno di noi l’avrebbe mai fatto in quel modo.

  4. bisognerebbe anche vedere quando sono stati fatti i siti: se quello di venditti risale a 5/6 anni fa e non ha mai voluto pagare un aggiornamento grafico è ovvio che siano rimaste le tabelle

  5. Veramente il sito di Antonello Venditti è stato pubblicato a ottobre 2011 non 6 anni fa! Bruttissimo graficamente, fatto con le tabelle… mah!

  6. Del sito di Venditti non voglio esprimere parola, “che è meglio!”
    Per quello di Giorgia non ci vedo nulla di male nell’usare un template WP, certo si tratta di una cantante famosa e forse sarebbe stato meglio fare una grafica ad hoc. Ma anche no! E’ un template molto usabile e l’ho usato anche io che permette di comporre con facilità diversi layout e per un cantante serve qualcosa di flessibile che gli permette di cambiare lo stile del sito in base al tour, album, promozioni, etc…

    Alla fine i templates li promoviamo tutti, li usiamo e ci guadagnamo a farli, non stiamo a lamentarci che li usano 🙂

    • Ciao Giuseppe e benvenuto nel blog 😉

      Io non sono molto d’accordo: per la come vedo io l’utilizzo di template è adatto a tutta quella serie di persone che non hanno voglia di spendere soldi per un sito e vogliono appoggiarsi a un qualcosa di già pronto, non certo per brand importanti.

      Una domanda: se ti arriva un brand importante e ti chiede di fare un sito qual è la prima cosa che fai? vai a cercare un template o ti metti a disegnare delle bozze?

      • Ti risponderei: “Dipende sempre da quel che vuol spendere”. Io sono uno sviluppatore più che un grafico. Collaboro con web designer ma se il cliente non può (o non vuole) pagare troppo sei costretto a ripiegarti su questi templates gratuiti. Però una cosa: metto in chiaro da subito che quello è un templates e non una grafica ad hoc! Onestà professionale prima di tutto

  7. Da ignorante …la cosa che mi ha sorpreso di più e che con i soldi che ha Antonello Venditti, non mi sarei preoccupato di inserire dei banner pubblicitari.

    Quello di Giorgia sarà pure un tema, forse lei manco lo sa boh…ma almeno sembra più professionale!!

    • Ciao Davide e benvenuto nel blog 😉

      Sono pienamente d’accordo con te su Antonello Venditti, per Giorgia ho espresso la mia opinione nel commento a Giovanni

  8. Ciao Fede, sono matteo il tuo ex collega dell’università.
    Condivido tutto il tuo articolo specie quello dei “finti web designer” a parte il commento sulle tabelle.
    Le tabelle si usano e come, non sono sparite dagli standard e sono una delle poche cose che rende il sito estremamente compatibile con tutti i browser anche il nemico primo (ie6).
    Ma secondo voi i siti di contenuto multimediale o di preview di foto (Flickr) sono fatti solo con css? No sono fatti tutti a tabelle!

    Specie nei contenuti usciti da cms le tabelle sono l’unica cosa da dare in mano ad un cliente che non sa nulla dell’impaginazione per ottenere un risultato decente in modo autonomo…

    Non buttiamo in soffitta le cose che funzionano…

    • spetta, non esageriamo sulle tabelle. flickr le usa ma non per impaginare il sito, solo per l’intestazione con il nome (e sono dati aggregati secondo specifica html) e potrebbe essere un rimasuglio di un framework precedente di yahoo.
      Io ho smesso di usare le tabelle per impaginare da parecchi anni (newsletter a parte) con tante domande su se fosse o meno la strada giusta, tuttavia è la strada ritenuta giusta (sia dalle specifiche, sia da chi valuterà il tuo lavoro) quindi un sito con le tabelle non potrei metterlo a curriculum.

  9. Ahh altra cosa, non c’è nulla di male a partire da un template già fatto, se poi lo si arrichisce con elementi personali, colori e font si è lo stesso web designer…
    Anche perché ad un cliente che ti dice “Fammi un sito per 400euro” io gli faccio bastare themeforest 🙂

    • Ciao Matteo!

      Si non ci vedo neanch’io nulla di male se il budget è basso, ma dubito che sia il caso di Giorgia..

  10. Non sono d’accordo, ma ogniuno ha la sua opinione.
    Io per certe cose non divento matto con il css, faccio una tabella e stop.
    Hai mai lavorato con clienti che si fanno i contenuti da cms?

    • Ovviamente sì, e continuo a non usare una tabella da 5 anni se non per dati che siano aggregati. Sono daccordo che i css sono rognosi e se non avessi dovuto studiarmeli nel dettaglio per insegnare probabilmente mi chiederei ancora se le tabelle non siano meglio per fare in fretta.
      Nel tempo sono invece diventato leggermente più flessibile sul position:absolute, qualche volta si può usare.

      • Io non mi pregiudico nulla, per esempio sul position absolute, invece di fare un’immagine spaziale con mille ombre ed effetti che pesa 200kb preferisco fare a mano ombre e gloss e metterli in position absolute, con un server veloce si risparmia in caricamento e si possono gestire separatamente (tipo effetti di cambio colore, luce etc…).
        I css ormai li sò dalla versione 1 e aspetto che finalemnte tutti i browser supportino css3 e allora forse deciderò di eliminare qualche tag dall’html.
        Quando i browser ie6-ie7 e ie8 assieme avranno meno del 20 % degli utilizzatori allora penserò seriamente ad usare solo i css.

  11. ma che stronzate….. cosa cazzo ne puoi sapere di cosa c’e’ dietro a livello di “pubbliche relazioni” ? Cos’e’…. hai finalmente “assimilato” i css (ma ti vorrei vedere a ruota libera senza possibilita’ di consultare note appunti e specalmente internet, basta osservare bene sto rottame di “cms” de noialtri)… e ti scandalizzi perche’ qualcuno “usa le table”? MA PER PIACERE……

    • Ciao Neck e benvenuto nel blog 😉

      Perdonami ma cosa c’entrano le pubbliche relazioni con lo sviluppo corretto di un sito web?

  12. e tra l’altro conoscendo Georgia non mi meraviglierebbe che si sia fatta una risata quando gli hanno detto che si poteva fare con 50 euro tutto… MA HAI PROVATO A “VEDERE” QUANTI SITI CAMBIA GEORGIA IN UN ANNO? TONNO!!!!!!

  13. per quanto riguarda Giorgia…la grafica la voglio anche passare, però ci sono alcuni errori anche nella programmazione. Piccolezze, ma che su un sito del genere non ti aspetti.

    Per venditti invece spero che un amico che giocherella con l’html gli abbia fatto un regalo :-)!!!

  14. Fa pena pure quello di Madonna :-)!!!
    Invece: http://www.giannanannini.com
    è ben fatto.

  15. Ugo, hihi e naturalmente ti sei accorto delle table “sapientemente” usate , poi hai dato per scontato che questo sia IL sito di Madonna e che OVVIAMENTE questo rimarra’ per molto tempo, insomma tu di come “la vede” Madonna, una che ha fatto della propria immagine il punto cardine di una carriera che non ha certo bisogno di commenti… sei uno che ne sa, insomma SAI quanti ne mette (li fara’ mica lei stessa?) on line in un anno e PERCHE’…. sai che un sito come quello di Madonna, cosi mal fatto…. non puo’ che essere qualcosa di poco piu’ che inutile, inguardabile , poco accessibile ect.ect. SAI ANCHE quanti accessi fa al giorno e quanto ci rimangono …. hihi…. insomma sei uno che ne sa e infatti hai messo un link , quello della Nannini che fa PAURA! Fai una cosa UGO, quando hai tempo, mettici qui qualche analisi dettagliata e ben supportata da… di QUESTO “sito”, quello su cui stiamo “commentando”… cosi si sa mai che oltre a venirci ogni tanto per farci quattro ghignatine (senza offesa mi raccomando, NOI siamo gente che rispetta sempre e comunque il lavoro altrui, specialmente quando e’ palese che “rende”) IMPARIAMO qualcosa…. Buona giornata UGO, e abbi fede…. “prima o poi gira”…..

  16. Caro Neck. Scusami ma non capisco questa tua risposta, il mio è un parere. Il tuo può essere diverso, tutto qui.
    I gusti sono gusti e da tali poco giudicabili. Ci si può essere solo d’accordo o no!
    A me il sito di Madonna non piace. Non sto giudicando ne il codice ne l’usabilità. Ma l’impatto grafico. E secondo i miei gusti fa pena!!!
    Se a te piace si vede che abbiamo gusti diversi.
    Poi gli accessi questi siti li fanno indipendentemente da come sono fatti. I fan sono fan e ci vanno a priori.

  17. hei Ugo….un politico a confronto e’ un dilettante….
    Ben fatto non esprime un che di gusto dal punto di vista grafico , ma ok, BEN FATTO non e’ riferito direttamente al sito di Madonna ok… ok…. rimane il punto che questi commenti , forse… sono a “completamento” di una specie di non si capisce cosa allora (e forse meno male) scritto da un ex dilettante certamente (e tu dirai , come tutti, ma qui siamo al paradosso considerato QUESTO “sito” ) che si scandalizza nel constatare la presenza di “table” in un sito e poi parte addirittura per la tangente con strane conclusioni personali sulla logica di scelta di questo o quell’artista…..
    No, non sono affatto un fan di Madonna eppure, essendo uno sviluppatore…. il sito di Madonna e’ certamente tra quelli che tengo (o meglio teniamo) costantemente sotto osserazione (non certo quello della Nannini , giusto per capirci), e proprio perche’ i gusti son gusti….
    RIMANE IL FATTO PERO’ che FORSE… vale la pena di prendere in considerazione l’ipotesi che esista un che di “pensiero strano” sul come approcciarsi a livello d’immagine al web che prende in seria considerazione l’ipotesi di non SEMBRARE troppo dilettantisticamente ossessionati dalla “professionalita’” tipo questo sitoblogghello…. cercando proprio di distinguersi SUBITO (magari senza esagerare ovviamente) dalla MEDIOCRITA’ DI FATTO… di sito (e qui i gusti son gusti ok ) come per esempio proprio quello della Nannini…. Insomma amico, prova a considerare proprio la logica semplice (sul filo del banale) per cui “un cliente con tanti soldi e addirittura con la priorita’ del fattore immagine” scelga (non ci possono essere dubbi su Madonna, spero… ) di farsi o lasciarsi rappresentare proprio cosi… http://www.madonna.com e nella patria , spero non sia una questione di pareri…. del webdesign e del “fareweb”….. NON E’ CHE, la butto li…. da queste parti a furia di fare “comunella” si finisca con l’andare in autocombustione e scambiare un Julius per una sorta di faro maestro? hihi, scusa la banalita’ , i gusti son gusti…. ok ok….

  18. Ciao a tutti, sono capitata per caso in questo sito. Ben fatto. La critica su Giorgia (o meglio sul suo sito no!).

    C’è qualcosa che vieti l’utilizzo dei template già fatti? NO! Ho un’amico, fotografo importante a livello mondiale che per SUA scelta ha voluto usare un theme già pronto che ha trovato. Ce c’è di male?? Fede i tuoi lavori si vedono, sono bellissimi. Ma gli altri? Troppo facile criticare!

    Cmq non vado avanti perchè sennò ne viene fuori un caso di stato!

    • Comunque perchè non analizzare la grafica di http://www.tavernaceraunavolta.net/ a me non piace per nulla!

    • Ciao Marta e benvenuta nel blog 😉

      Non c’è nessuno che vieti l’utilizzo di template pronti, io stesso l’ho fatto per questo blog.

      E come hai detto tu stessa il fotografo si è scelto il template e ci ha fatto il sito.

      Nel caso di Giorgia, dubito che il sito se lo sia fatto da sola, ma lo avrà fatto fare a qualche web agency.

      Ora ti domando: se viene da te Giorgia e ti chiede di farle il sito tu cosa fai? Vai a cercare un template? O provi a fare qualcosa di originale che nessun’altro ha?

      Il sito tavernaceraunavolta è stato il mio primo sito fatto qualche anno fa (come vedi c’è ancora l’animazione in flash nello slide), e l’ho messo più che altro per motivi affettivi. Sarebbe da rifare e da aggiornare, lo so bene anch’io 😉

      • Fede….
        “Le cose originali esistono solo nella fantasia”, nessuno si inventa nulla, tutti vanno a sbirciare siti etc… è naturale.
        Non si inventa nulla di grafico… semmai è la tecnologia che sta sotto a determinare se un sito è “moderno”. Grafica ottimizzata per i dispositivi mobile, gestione del touch e css3 con html5.
        Questa è innovazione, se qualcuno è un genio assoluto del web e mi manda un sito fatto 5 o 6 o 7 anni fà già in 2.0 mi complimento con lui.

        Il sito citato da Marta è fatto per l’epoca, non avevi esperienza e ci sta benissimo, guarda i miei primi lavori fanno schifo..

  19. Beh è vero, anche se almeno un genio da cui gli altri prendono spunto ci sarà pure!!! Poi dipende tutto dalle mode e poi in particolare da quanto il cliente paga per un sito, perchè parliamoci chiaro… se uno non paga quello che dovrebbe è normale che anche il designer non si impegna più di tanto!!! E questo vale anche per cantanti e personaggi famosi. Perchè non sono di certo loro a vedersela per il sito, spesso sono gli agenti o chi gli cura il marketing in generale a vedersela e fanno sempre e cmq calcoli di budget al ribasso per guadagnare di più loro.!!!!

  20. Almeno cambiare il font…

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *