Internet Explorer 6 – La Soluzione Definitiva

Scritto da fedeweb il 23 settembre 2010 con 12 Commenti | Pubblicato in Html Css


Ultimamente si è parlato molto, forse anche troppo di Internet Explorer 6, con lo scopo di trovare una soluzione definitiva e indolore nei confronti di questa “cosa” (non riesco a chiamarlo browser).

Interner explorer 6 - Ecco la soluzione

La soluzione c’è e va valutata a seconda dei casi: io ne ho individuati due, eccoli.

Caso 1 – Il cliente è d’accordo sul non ottimizzare il sito per IE6.

Questo non vuol dire non fare niente, altrimenti gli utenti mai si aggiorneranno e anzi si lamenteranno del sito.

Allora si può creare una pagina alternativa, fatta per IE6, dove si suggerisce di aggiornare il proprio browser.

Come fare?  La soluzione più semplice è di mettere tra i tag <head></head> queste 3 righe di codice.

In alternativa si può anche solo modificare il foglio di stile.

Altrimenti puoi utilizzare ie6update, dove ti basterà incollare le righe di codice dello script, sempre tra i tag head.

Ecco degli esempi di pagine create per internet explorer 6.

Epidemialab (la più originale!)

Epidemia Lab visto con IE 6

Pikadilly (soluzione visibile solo con IE6)

Pikadilly visto con IE 6

JuliusDesign

Juliusdesign visto con IE 6

Webfandom

Webfandom visto con IE 6

Yes Web Can (soluzione visibile solo con IE6)

Yes Web Can visto con IE 6

Tomstardust (soluzione visibile solo con IE6)

Tomstarsdust visto con IE 6

Caso 2 – Il cliente vuole a tutti i costi ottimizzare il sito per IE6.

Qui dobbiamo essere noi bravi a farlo ragionare e spiegargli che anche GOOGLE e YOUTUBE hanno da tempo snobbato IE6.

Continua a non capire? Quando vedrà il nuovo preventivo state sicuri che cambierà idea: ottimizzare un sito per IE6, vuol dire praticamente farne due.

Giuro questa è l’ultima volta che parlo di IE6. Cosa ne pensi di queste soluzioni?

Template con navigazione orizzontale animata, realizzato in HTML, CSS e jQuery

437 download

711 download

About fedeweb

Federico Pian è un web designer freelance e insegnante , che ama condividere le proprie conoscenze e rendere tutti partecipi della sua passione. Guarda il suo portfolio e cosa sa fare nei tutorial. Scopri più informazioni su di lui nella pagina mi presento.

12 Commenti

  1. Concordo! Basta alzare il preventivo e nessuno ti stufa più!
    Anche perchè nel tempo che impiego per otimizzarlo ne ho già finiti altri!

    A presto Fede buona settimana!

  2. Sfondi una porta aperta.
    Il problema principale è “l’ignoranza” dei clienti e la “volgia” di non cambiare le loro abitudini.
    Per ora, a nulla valgono le innumerevoli raccomandazioni di non utilizzare più ie6 (un po’ per la sicurezza ed un po’ per la grafica), e nel momento che tiri di più la corda se ne escono con: Ho capito, non lo sai fare! Oppure: Ma perchè il sito di pincopallino si vede bene ed il mio no?
    Vaglielo a spiegare che pincopallino, ha un sito tutto in html, con tabelle, link interrotti e css del tipo “Style1, Style2 etc etc” e chi più ne ha più ne metta. Molte volte siamo costretti a “subire” le modifiche al codice proprio in base alle esigenze di ie6.
    A proposito invece della pagina dell’aggiornamento; Questa, in molti dei miei casi, si è rilevata controproducente, in quanto, dato che ancora si utilizzano computer del 1990 e che il sistema operativo più usato è WinXp (neanche la sp2 o sp3), ti tartassano di telefonate informandoti che su alcuni computer il loro sito non si vede e che non possono aggiornarlo, per via dell’età della macchina!
    Quindi mi sono rassegnato a dover “rattoppare” il css, con le modifiche per ie6, per ie7 e ie8, e sì, anche ie7 e ie8 hanno i loro bug, e sono sicuro che ritorneremo su questo articolo tra quache tempo per riparlare delle stesse cose ma su versioni diverse dall’ie6.

    Complimeti per il blog.

  3. Concordo a pieno ,

    se il cliente non “ragiona” meglio adottare metodi drastici … sempre restando nei limiti per minimizzare il rischio di perderlo.

  4. @Alberto e @Marco
    Bene mi fa piacere di aver trovato dei riscontri positivi. Vi sono capitati casi in cui il cliente voleva a tutti i costi il sito ottimizzato per IE6?

    @Applex
    Ciao Applex e benvenuto nel blog ;)
    Purtroppo le situazioni di cui parli possono presentarsi e allora in quel caso si alza e non di poco il preventivo. Se il cliente non accetta pazienza.

    Un’altra cosa, bisogna anche pensare al potenziale target del sito e cito nuovamente un esempio che avevo riportato in un altro commento: se devo fare un sito di ricette, potenzialmente il target di utenti potranno essere di una certa età e probabilmente molti avranno computer vecchi. Allora li forse bisogna pensare a ottimizzare il sito per IE6, con un preventivo che inevitabilmente lievita.

  5. Si in più di un’occasione purtroppo … credo il problema sia legato anche al fatto che gli interlocutori spesso e volentieri siano non più “giovanissimi” quindi poco informati sulle evoluzioni che il mondo del Web ha compiuto da una decina di anni ad oggi …

    Comunque una soluzione , almeno per quanto riguarda le immagini in formato png , l’ho trovata scartabellando tra gli script java che offre il tool BlueVoda … un po macchinoso come meccanismo ma efficace …

  6. @Se il cliente non accetta pazienza!
    Lo sai che non è possibile al giorno d’oggi permettersi di mandare via un cliente! Preferisco impazzire con ie6 che perdere un lavoro sicuro!

    Cmq. chiudiamo qui questa piccola parentesi e ritorniamo al contest del blog.
    Io per quanto mi riguarda, conoscendo molti limiti di ie6, a discapito della grafica utilizzo immagini gif per le situazioni con trasparenze, evitando interazioni di script java, che non sempre mi hanno soddisfatto, per i menu a tendina cerco di evitare il secondo livello, altra situazione poi, la questione del margin e padding, qua si che la cosa diventa ardua.

    Inoltre, io penso che sia sbagliato il concetto di “Non hai aggiornato ie6? Non puoi entrare nel sito” poichè dopo la prima visita abbandonano totalmente l’interesse di un successivo ritorno, opterei di più su una sezione fissa permanente, un box in alto al sito, che ti invita ad aggiornare informandoti delle limitazioni del browser usato.

  7. Ciao, io per il mio sito ho adottato questa soluzione… voi cosa ne pensate? http://code.google.com/p/ie7-js/

  8. @Marco
    Si giustissima considerazione. A volte è un problema del web designer, o presunto tale, che non è aggiornato e che continua a ottimizzare i siti per IE6, magari trascurando browser più aggiornati.

    Per quanto riguarda le PNG esistono numerosi hack, più o meno efficaci; basta una ricerca su google per trovarli.

    @applex
    Ti ringrazio per i suggerimenti e per aver sottilineato alcuni dei problemi di IE 6.

    Inoltre sono d’accordissimo con te sul fatto che è controproducente un messaggio senza proporre soluzioni alternative e infatti è stato sottolineato nell’articolo ;)

    @Antonio
    Ciao Antonio e benvenuto nel blog;)

    Ho provato a testare la tua soluzione, ma non è venuto fuori nessuna notifica o avvertimento. Sicuro che funzioni?

  9. Ciao, bell articolo. Mi tocca personalmente in questo periodo. Io avevo usato nel mio ultimo sito questo script: http://goodbyeie6.org.ua/

    Ho dovuto disattivarlo, che il sito è stato accettato nella directory di WordPress Showcase e le anteprime thumbs si vedevano con questi loghi dei browser sovraposti al layout… :S Forse il sistema di anteprime sul sito di WordPress è uno script che fa l’anteprima live, basata sul sistema IE MS. Buh. Comunque ora non so come farò, credo che disattiverò il CSS, lasciando il sito con solo testo, oppure creerò una theme a parte e metterò uno script per fare lo switch se viene visitato da IE6 (http://www.nathanrice.net/blog/serve-ie6-visitors-the-default-wordpress-theme/).

  10. Ciao ti ringrazio per aver condiviso questa esperienza. Potresti creare semplicemente una pagina alternativa dove inviti l’utente ad aggiornarsi.

    Ottima anche la risorsa che hai segnalato, sinceramente non la conoscevo ;)

  11. Perdona lo spaventoso ritardo con cui rispondo. (Sono una cambogia ultimamente.)

    Guarda, io ho fatto una fatica bestia, una forza su me stessa che andava dal costringermi con minacce all’obbligarmi con torture corporali per farmi adottare questa soluzione non molto friendly.

    Ero una di quelle che “o si vede bene su tutti o tu non vali niente”, ma adesso ho cambiato decisamente rotta. Soprattutto dopo i casini avuti con chrome.

    :D

    In ogni caso mi sono ampiamente stufata della guerra tra browser. ;)

    • Ciao Fra! Si dobbiamo dare noi l’esempio! E la tua soluzione come al solito è originale!

Lascia un commento