Fw

Wordpress Creative Developer

WPML WordPress Plugin – Tradurre Tutto Il Sito

  • Wordpress
  • -

Nell’ultimo sito che sto sviluppando con WordPress mi è stato richiesto di realizzarlo in due lingue, italiano e inglese.

Mi sono appoggiato a WPML, plugin molto ben fatto, dove anche un utente inesperto può facilmente tradurre quasi tutto il sito.

Ho detto quasi, perchè se nel sito hai dei testi inseriti tramite immagini, oppure codice testi inserito “a mano”, allora bisogna operare direttamente sul codice per avere la traduzione.

Nella documentazione del plugin non ho trovato nulla a riguardo e allora ho pensato di condividere con te la soluzione che ho adottato, che puoi vedere nel codice che segue:

Codice WordPress Multilingua

La funzione strstr va a cercare nell’url della pagina la stringa ‘en’. Se la trova viene restituito il contenuto in inglese, altrimenti quello in italiano.

In questo modo potrai tradurre il sito interamente. Ti sei mai trovato nella mia situazione? Come ti sei comportato?

33 Commenti

  1. L’ho usato anche io in qualche progetto ma recentemente l’ho abbandonato per tornare qTranslate.

    i motivi sono un’unica finestra per inserire i contenuti (le lingue sono gestite a tab nella pagina di inserimento post) e appunto la facile funzione per gestire piccole stringhe all’interno del tema. Questa la sintassi:

    Chi SiamoAbout Us

    Sono comunque entrambi ottimi

  2. Ciao federico, che succede se la url del sito contiene la parola “benevento”? Il tuo codice traduce in inglese, dovresti utilizzare una stringa univoca, tipo “/en/”.

  3. @Maurizio
    Grazie per la segnalazione, lo proverò sicuramente!

    @Jacopo
    Si hai ragione, mia dimenticanza nel codice che ho postato qui, in giornata lo sistemo, grazie mille per la segnalazione

  4. WPML è stata la mia scelta per un pò, era a ben vedere migliore di Qtranslate in alcuni aspetti secondo me ma ora è diventato a pagamento e quindi sono tornato a Qtranslate ( cmq un ottimo plugin ). Il problema secondo me è che ci vorrebbe un sistema integrato nel core di WP come ad esempio Typo3.

  5. Ciao Federico, ho appena scoperto il tuo sito ed è più di un’ora che giro e rigiro per tutti i tuoi post.
    Io sono ai primi passi con WordPress e stò a punto di buttarmi giù di testa al tevere.
    Dopo giorni di lavoro per fare cose che sicuramente in Blogger faccio in pochi minuti, il mio self-hosted blog decide di farmi un scherzo e incasinarmi la vita: Non riesco più ad entrare al mio panel di controlo in WordPress.

    Sono entrata tramite hphMyadmin alla mia database per disattivare i plugin (dopo una giornata di lavoro leggendo i tutorials in internet) e niente, non c’è maniera.

    Se hai qualche piccolo trucco (magari di quelli con la bacchetta magica) per sistemare questo problema te ne sarei tanto grata.

    Grazie in anticipo e complimenti per il tuo sito!

  6. Ciao Maricruz e benvenuta nel blog 😉

    Prima domanda: per caso il sito è su aruba?
    Seconda domanda: per il caso il problema si è presentato dopo un aggiornamento di wordpress?

    • Ciao e complimenti per il blog.

      Riguardo al plug in WPML, che informazioni hai riguardo la compatibilità con hosting/mysql di Aruba? Ci sono problemi?

      Se sì, quali alternative consigli?

      • Ciao Cristian e benvenuto nel blog 😉

        No l’ho usato diverse volte su Aruba e non ho mai avuto problemi 😉

  7. Ciao Fede. No, il mio sito è sul mio Mac. Comunque ho “risolto” il problema. Avevo letto in un commento da qualche parte che per ‘resetare’ i plugins bastava cambiare il nome del aposito folder (così da evitarse i casini con la database) è così ho pensato che magari non erano i plugins a darmi fastidio ma bensì tutto il template, allora ho cambiato il nome del folder del template e sono riuscita ad entrare al mio panel di controllo.

    Ma adesso ho fatto di nuovo un casino e non so come aggiornando uno dei templates che avevo scaricato mi ha lasciata di nuovo fuori del panel con questa scritta: Briefly unavailable for scheduled maintenance. Check back in a minute.

    Ho trovato una soluzione che dice di cancellare un file ma mi sa che ci provo domani che oggi ne ho abbastanza di questo diavolo chiamato ‘wordpress’ 🙂
    Cmq ti ringrazio della disponibilità! (ed scusa il mio italiano ma non è la mia lingua madre).

  8. Consiglio caldamente qTranslate: sono un grafico prestato al web, non conosco il php e utilizzo WordPress da pochi mesi. Eppure l’ho trovato semplice da configurare ed estremamente efficace.

  9. Ciao
    devo fare un sito per un cliente che ha bisogno di aggiornare autonomamente i contenuti in 2 lingue, possibilmente in modo semplice e intuitivo.
    Sono indeciso tra WPML e Qtranslate, ciò che mi preoccupa è che dovrò impostare diversi custom post types per l’inserimento di diversi tipi di contenuti che andranno in diverse pagine del sito, si puo fare?
    Quale dei 2 consigli anche valutando il fatto che uno è a pagamento?
    grazie mille
    saluti

  10. Ciao Fede,

    prima cosa: complimenti a bomba per il blog!! Mi sa che da oggi ti seguirò costantemente!!
    Una domanda, prima di comprare wpml, sai mica se è possibile tradurre anche i menù?
    Se no, come potrei fare? Con lo stesso procedimento che spieghi?

    • Ciao Checco e benvenuto nel blog 😉

      Grazie mille per i complimenti! per quanto riguarda WPML, si potrai tradurre anche il menu 😉

  11. Io ho risolto il problema con “if ( ICL_LANGUAGE_CODE == it )” visto che nella documentazione non c’era nulla di pre-fatto 🙂

    Al momento a mio avviso è il miglior plugin per la gestione delle lingue; non sarà free, ma vale i soldi che costa 🙂

  12. Ciao ragazzi forse qualcuno può aiutarmi.
    Sto realizzando un sito e-commerce con wordpress ed il framework woocommerce. Per la traduzione ho installato il plugin WPML.

    Quando vado ad attivare il plugin il menù del sito non risponde più, se ci clicc o mi risponde errore 404 page not found.

    Se lo disattivo il sito torna funzionante.

    Qualcuno di voi ha avuto problemi del genere?

  13. Ciao Manuele e benvenuto nel blog 😉

    Hai provato a vedere questo plugin?

    Woocommerce Multilingual

  14. Scusa Fede il tuo codice va alla grande ma… se le lingue sono tre?! Ho provato a riadattarlo ma non va. Soluzioni?

  15. Non so quanto possa essere corretto ma funziona, posto la soluzione se può essere utile:

    <?php if (strstr($_SERVER["REQUEST_URI"], '/?lang=en/') )
    printf ("Contenuto in inglese”);
    else if (strstr($_SERVER[“REQUEST_URI”], ‘/?lang=de/’) ) { ?>
    Contenuto in tedesco

    Contenuto in italiano

  16. Premetto che non sono un venditore WPML, neppure un affiliato. Semplicemente un utente soddisfatto che realizza siti multilingua.

    Tra WPML e Qtranslate (l’ho usato per un periodo: c’è un mare, ma che dico, un oceano di differenza). Qtranslate serve per tradurre un sito web “tanto per fare”. Non è possibile fare alcuna operazione di posizionamento sui google stranieri o operazione SEO avanzata con Qtranslate.

    WPML invece permette di gestire il protocollo sitemap con una sitemap per lingua, di modo che da GWT è possibile ottimizzare i differenti sottositi (uno per lingua) e configurarli già in google per mercato geografico. Risultato: il sottosito inglese si vede in USA, il sottosito italiano in Italia e il sottosito portoghese in Brasile. Addirittura, è possibile avere una sola installazione di WordPress (quindi pagare un solo hosting) e poi avere diversi domini solo con nome (economici, pochi euro l’anno) e avere http://www.sito.it, http://www.sito.fr, http://www.sito.de, ecc. pagando un solo hosting.

    Addirittura, se vuoi fare un sito web con 2 varianti della stessa lingua (USA e Australia) puoi creare due lingue, con poche differenze a livello di parola e inserire in GWT i due sottositi ottimizzandoli rispettivamente per i 2 paesi con “la stessa lingua”. WPML gestisce in automatico i tag href e quindi i contenuti duplicati.

    Qtranslate, che mi risulti, non fa nulla di tutto ciò, quindi è molto probabile, se non quasi certo, che le pagine di lingua inglese siano posizionate nel google “sbagliato” (ad esempio l’italiano), che significa spendere soldi in traduzioni assolutamente a vuoto.

    WPML non è gratuito, costa 29 $. Ma permette di risparmiarne 10volte tante almeno su siti anche di piccola dimensione..

  17. Ciao Fede il tuo codice e veramente utile mi risolverebbe molti problemi!! ma se le lingue sono 5 come faccio ad utilizzarlo? sto facendo prove ma senza risultato confido in un tuo aiuto Grazie!!!

  18. Solo una cosa: GRAZIE!

  19. Salve a tutti, ho appena installato wpml e premetto che sto imparando sul campo l’uso di wordpress. Questa la premessa…in realtà non ho proprio capito come si attiva wpml, se le traduzioni in altra lingua (italiano-inglese) le fa automaticamente oppure devo pagare i traduttori. Cerco video e altro ma avrei proprio bisogno di lezioni altamente elementari…ho comprato la versione più completa di wpml, esiste qualche anima pia che mi indica esattamente come fare o se buttare tutto? grazie,Stef

    • Ciao Stefania,

      Io uso abitualmente WPML come plugin per gestire i multilingua nei miei siti e in quelli dei miei clienti.. assolutamente non devi buttare via tutto! Fra l’altro hanno un ottimo servizio di assistenza che risponde molto velocemente..
      Ad ogni modo, le traduzioni le puoi fr fare da traduttori e fartele mandare attraverso WPML ma io non l’ho mai fatto, di solito le faccio fare ai miei traduttori di fiducia (gestisco anche un’agenzia di traduzioni). Per quanto riguarda la configurazione tecnica iniziale, se mi mandi una mail (il sito lo trovi qui sul commento) mi spieghi meglio quale è il problema in cui incorri..

      Ciao, Federico – EufemoWeb

      • avevo una traduttrice ma al momento ho già delle spese per un corso d’arte e non posso permettermi traduttori. Sarebbe utile che lo facesse wpml, ti scrivo intanto, grazie

      • ma quindi si possono mandare i testi ai traduttori di wpml? non ho capito come

      • Buongiorno,
        navigando in internet ho trovato un post dove parlavano di eufemoweb.com. Con precisione si trattava di un booking engine dove era possibile utilizzare iwsmile oltre al classico paypal.
        Sarei molto interessato a valutare l’acquisto per il mio piccolo albergo.
        Puoi contattarmi via mail?
        Grazie

  20. Wpml ti permette di ricevere traduzioni da traduttori di icanlocalize…ma le graduzioni le paghi… come e` giusto.. In poche parole wpml gestisce il contenuto multilingua dandoti la possib di ricevere traduzioni dall esterno a pagamento. Poi le. Traduzioni uno se le puo fare anche da solo..sicuramente se cerchi un traduttore automatico wpml non fa per te

    • non era proprio chiarissimo a un neofita come si procedesse…comunque lascio perdere per il momento. Ho sempre pagato i traduttori per cio’ che scrivo, speravo in qualcosa di diverso, ad ogni modo grazie!

  21. Ciao Fede, io non ho ancora comprato “wpml” ma penso di farlo, anche per seguire i tuoi suggerimenti. Quello che mi chiedo è che nel tema che ho comprato ho i file en_US.po e en_US.mo. Mi devo ricreare questi file per l’italiano it_IT.po e it_IT.mo? ho un pò di confusione circa questi file, a che cosa servono? grazie mille!

    • Ciao Paolo, quelli sono file di localizzazione, che ti permettono di definire delle stringhe e le loro traduzioni, in base alla lingua utilizzata nel backend e frontend di WordPress.

      WPML se non erro permette di gestire anche questi file e di tradurre le stringhe.

  22. Ciao a tutti!!! è da mesi che ho acquistato WPML per la costruzione multilingua di tutti i miei siti web… però solo ora mi sto spaccando la testa per usarlo.. Finche è l’attivazione del plugin, la traduzione delle pagine, tutto ok. Ma ora che devo tradurre le categorie, mi son bloccata! Non riesco a venirne fuori… accidenti!! :/ Il mio sito, per ora, è in italiano (lingua di default) e inglese. Ho creato 4 categorie per l’italiano, una volta che provo a crearle in inglese non me le fa combaciare (nel pannello di wp non riesco ad inserire la traduzione della categoria corrispondente). La cosa mi funziona solo con una categoria (famiglia) che WPML ha tradotto in automatico… come mai?? :/

    grazie!!

  23. ciao Fedeweb, grazie per la tua disponibilità. Vado al dunque ho realizzato un sito web per un lciente ceramicheml.com e ho istallato su WP il plug-in WPML, si sito si apre in italiano però quando clicco sulla bandierina inglese vedo che il collegamento va alla cartella EN ma non carica il menu in alto giusto, per caricarlo devo aggiornare la pagina, come si puo fare per fare in modo che non succeda? Grazie fin dora.
    Danilo

  24. Ciao e complimenti per il blog…
    Avrei una domanda da porvi, ma Qtranslate funziona con quei template che utilizzano plugin di Page Builder?

    Grazie saluti. 😉

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *